Studio Tecnico
Geom. Vincenzo Lo Jacono
    Home        La squadra chi siamo        Risparmio Energetico        Attività e Progetti        Partners Collaboratori         News - Download         Contatti - Social Media 
 La squadra chi siamo
 LA TERMOGRAFIA A INFRAROSSI PER IL SETTORE DELL'EDILIZIA 

Studio Tecnico Google+:
LA TERMOGRAFIA A INFRAROSSI PER IL SETTORE DELL'EDILIZIA
inserita il 3.01.2012
SUPERVISIONE DEI LAVORI IN CASO DI COSTRUZIONE DI NUOVI EDIFICI
VERIFICHE DELL’ISOLAMENTO
PIANIFICAZIONE DELLE OPERE DI RISANAMENTO
INDIVIDUAZIONE DI DISPERSIONI ENERGETICHE
RICERCA INFILTRAZIONI IN TETTI E PARETI
RICERCA PERDITE IDRICHE
LOCALIZZAZIONE PUNTI DI CONDENSA

Immagini all’infrarosso: il mezzo più adatto per riconoscere anomalie. La termografia ad infrarossi trova la propria applicazione in molti settori:

LOCALIZZAZIONE PERDITE
In fase di localizzazione e verifica delle tubazioni, e di eventuali perdite, la termografia risulta molto efficace, anche nel caso di tubazioni idrauliche posate sotto il pavimento o interrate. Grazie alla macchina termografica è possibile individuare e documentare, in modo semplice e veloce, anche eventuali fughe nei sistemi di riscaldamento centralizzato.

INDIVIDUAZIONE DI DIFETTI STRUTTURALI
La termografia ad infrarossi rappresenta il metodo più veloce ed efficace per individuare eventuali difetti strutturali ed è in grado di documentare la qualità e l’adeguata esecuzione delle opere di costruzione. La termografia è in grado di visualizzare, sotto forma di immagine termica a colori, un’eventuale dispersione termica, l’umidità nonché eventuale permeabilità all’aria degli edifici.

CONTROLLO PROCEDURA D’ESSICCAZIONE
Dopo aver individuato la perdita è necessario far asciugare la zona interessata. PratIcando dei fori che permettano il flusso d’aria ed il drenaggio dell’acqua presente, è possibile asciugare la perdita. Al fine di evitare che durante le operazioni di perforazione vengano danneggiate le tubazioni nascoste, si usa la telecamera a infrarossi per individuare la loro posizione. Grazie alla termocamera IR è possibile verificare e documentare anche il grado di successo della procedura d’essiccazione.

VISUALIZZAZIONE DI DISPERSIONI ENERGETICHE
Le zone di dispersione termica non rappresentano solo uno spreco d’energia. In questi punti l’umidità dell’aria può portare alla comparsa di condensa o infiltrazioni. Di conseguenza possono comparire muffe con tutti i rischi ad esse connessi per la salute dell’uomo. Inoltre, i punti di dispersione termica sono a volte anche punti di dispersione acustica. Un ottimale isolamento termico costituisce, nella maggior parte dei casi, anche un buon isolamento acustico. La termografia permette di individuare facilmente i punti di dispersione termica.

PIANIFICAZIONE E RISANAMENTO
La tecnica dell’infrarosso viene impiegata nella pianificazione delle opere di risanamento, ma anche per la garanzia di qualità e per il collaudo di edifici di nuova costruzione. Durante l’essiccazione, l’immagine termica permette di verificare lo stadio raggiunto dalla procedura stessa e quindi di ottimizzarne impiego e durata.

RESTAURO DEGLI EDIFICI
La termografia ad infrarossi è in grado di fornire preziose informazioni nel caso di restauro di edifici e monumenti. Attraverso le immagini all’infrarosso è possibile visualizzare le costruzioni reticolari ricoperte da intonaco. In questo modo è possibile, ad esempio, valutare l’utilità di intervenire sulla parte interessata. E’ inoltre possibile localizzare distacchi d’intonaco dalle pareti ed adottare le misure necessarie al relativo consolidamento.

INDIVIDUAZIONE DI PERMEABILITÀ ALL’ARIA
Un’ulteriore abituale applicazione è rappresentata dall’individuazione di permeabilità all’aria durante il rilevamento del tasso di ricambio d’aria tramite la procedura Blower-Door, con la quale si crea una depressione all’interno dell’edificio. Nei punti di non ermeticità, l’aria fredda penetra all’interno dell’edificio e la differenza di temperatura viene visualizzata dalla termocamera a infrarossi. Così, i punti di non ermeticità possono essere individuati ed eliminati prima che l’applicazione di rivestimenti e costruzioni interne rendano l’eliminazione di tali difetti strutturali troppo dispendiosa, in termini di costi e di tempo.

CONTROLLO INFILTRAZIONI SU TETTI A TERRAZZO
La localizzazione di perdite su tetti piani rappresenta un’altra applicazione tipica dell’infrarosso. Poiché nei punti ove vi sono delle infiltrazioni nel tetto il calore del sole viene trattenuto più a lungo, la termocamera consente di vedere e verificare l’entità dell’infiltrazione in modo assolutamente non invasivo. In questo modo si riducono i costi e la durata dei lavori di riparazione o addirittura è possibile evitare del tutto il risanamento del tetto. Allo stesso tempo è possibile localizzare tempestivamente le infiltrazioni, evitando la comparsa di muffe e i danni correlati ad una insufficiente essiccazione dei materiali.

PREVENIRE LA COMPARSA DI MUFFE
Le conseguenze non sono solo a carico dei materiali; in casa come in ufficio la comparsa di muffe rappresenta un pericolo per la nostra salute e contribuisce allo sviluppo di nuove allergie. Le spore dei funghi trovano le migliori condizioni per la loro diffusione laddove l’umidità dell’aria può condensarsi in piccolissime goccioline e infiltrarsi. Le sostanze minerali presenti nelle pareti, nella carta da parati e nella pittura costituiscono il loro ambiente ideale.

Qual'è il vantaggio delle ispezioni a infrarossi?
A partire dalla prima crisi petrolifera degli anni ‘70 è cresciuta in ognuno di noi la consapevolezza di quanto le riserve energetiche siano preziose ed al contempo limitate. Anche il surriscaldamento del pianeta dovuto alle emissioni di anidride carbonica è causato in gran parte dall’energia utilizzata per il riscaldamento. Per affrontare tali problemi è stata varata una serie di leggi, tra le quali la legge sul risparmio energetico e l’ordinanza sull’isolamento termico. Tali leggi tendono ad incentivare e a regolare tutta una serie di misure per il risparmio energetico nella costruzione dei nuovi edifici ma anche nella pianificazione delle opere di risanamento degli edifici esistenti. Nuovi materiali, nuovi metodi di lavorazione e tempi di costruzione sempre più stretti richiedono un grande impegno da parte di coloro che si occupano del progetto, delle imprese che si occupano della realizzazione e da parte di chi è responsabile del controllo. É necessario pianificare efficacemente le opere di costruzione e risanamento nonché controllare e documentare il rispetto della qualità dell’opera, in particolare l’impermeabilità all’aria e l’isolamento termico. In ognuno di questi casi la termografia fornisce importanti informazioni e documenta lo stato delle opere

Fonte: 3.01.2012
... Torna alle News ...
     Home | News | Photogallery
 Studio Tecnico Geom. Vincenzo Lo Jacono - Via Tripoli, 2 Nizza Monferrato (AT) - P.IVA 01031220054 - Privacy - Note legali
Powered by Logos Engineering - Lexun ® - 24/11/2017